I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.
Per maggiori informazioni o negare il consenso, LEGGERE QUI.
Ok
Come associarsi
Scopri come fare per presentare la richiesta
Tutti i dettagli
Modulistica
Scarica la documentazione per presentare la richiesta
Tutti i dettagli
Prodotti
Le soluzioni di finanziamento per il tuo comparto economico
Tutti i dettagli
Trasparenza
Scarica la documentazione relativa alla nostra politica
Tutti i dettagli

Cooperfidi Italia

Cooperfidi Italia è l’organismo nazionale di garanzia della cooperazione italiana, nato dalla fusione dei confidi regionali cooperativi. È sostenuto dalle tre maggiori associazioni della cooperazione italiana AGCI, Confcooperative e Legacoop, unite nella Alleanza delle Cooperative Italiane. Eroga a favore degli istituti di credito garanzie a prima richiesta a costi contenuti, al fine di consentire alle imprese cooperative di accedere al credito a condizioni agevolate.

In evidenza:

  • PARTE EU.RE.CA. CONTRIBUTI A FONDO PERDUTO
    15 milioni di euro: a tanto ammontano le risorse messe a disposizione delle Piccole e Medie Imprese dalla Regione Emilia Romagna attraverso i fondi Por - Fesr (annualità 2014/20) volte ad incrementare la competitività del tessuto produttivo regionale. Operativo il bando emesso dalla Regione Emila Romagna, con la misura 3.1, per favorire la realizzazione di progetti in grado di aumentare la competitività. Previsti contributi a #fondoperduto dal 20 al 35% per investimenti di lungo periodo, erogati con l'ausilio della garanzia diretta di un confidi. Ecco che Cooperfidi Italia si trova a giocare un ruolo fondamentale in questo importante processo di accelerazione e moltiplicazione delle PMI dell'Emilia Romagna. Il Confidi è infatti riuscito ad accreditarsi, attraverso la partecipazione ad apposito bando presso la Cassa Depositi e Prestiti, quale confidi autorizzato come ente riconosciuto per il rilascio delle relative garanzie. Grazie alla garanzia di Cooperfidi sarà dunque possibile accedere a questo bando, anche grazie ad una scontistica pari al 15% elaborata attraverso un prodotto ad hoc.
    Il contributo è - inoltre - aumentato del 5% per progetti che prevedano incremento occupazionale, che siano presentati da imprese con rating molto buoni, che siano avanzati da imprese giovanili o femminili. Un ulteriore 10% di premialità è previsto per quelle imprese che si trovano nelle comunità montane della Regione. Sono ammissibili tutti i progetti ad alto contenuto tecnologico, idonei allo svecchiamento del processo produttivo di servizi o prodotti. Ammissibili l'acquisto di macchinari e beni strumentali, di beni intangibili quali know how ma anche marchi e brevetti, software, hardware, consulenze informative, ivi compreso lo sviluppo di App.
    Possono usufruire del contributo le PMI, ovviamente con sede legale in Emilia Romagna e operanti nei settori di attività principale o secondaria "Ateco 2007". Sono ammissibili i progetti con una dimensione di investimento variabile dai 40.000 ai 500.000 per: - Acquisto di impianti, macchinari, beni strumentali e attrezzature nuove; - Opere murarie connesse all’installazione dei macchinari e/o impianti (per un importo massimo pari al 5% del totale); - Acquisto di brevetti, marchi, licenze e know how; Acquisizione hardware, software e licenze; - Consulenze tecnico-specialistiche funzionali al progetto (per un importo massimo pari al 15 % del totale). L’importo del contributo non potrà superare il 35% del progetto ammesso con un massimale di 150.000 euro e verrà erogato dopo la rendicontazione finale. Deadline per la presentazione delle domande dal 5 giugno 2018 al 19 luglio 2018. Un'ulteriore finestra si aprirà dal 4 settembre 2018 alle ore 13.00 al giorno 28 febbraio 2019. Maggiori informazioni contattando la nostra sede emiliana al numero 051/0956824 oppure inviando una e-mail a
  • TOSCANA BANDO PER COOPERATIVE DI COMUNITA'
    Via libera da parte della giunta regionale della #Toscana per un bando da 400 mila euro per le cooperative di comunità, cioè le cooperative costituite di cittadini che si mettono insieme per produrre beni e servizi per la loro collettività. Si tratta, in parole povere, di prendersi cura del territorio, creando concrete opportunità di lavoro e rafforzando i legami sociali che spesso si perdono nelle grandi collettività.
  • STRUMENTI FINANZIARI PER LO SVILUPPO DELLE COOP

    Avrà luogo a Carrù, presso l'omonimo Castello, sede della Banca delle Alpi Marittime (Via Stazione 10), l'evento organizzato dalla Banca di Credito Cooperativo di Carrù di concerto con Fedagri (Confcooperative) e Cooperfidi Italia. L'evento, con inizio alle 17,30 è destinato ad una maggiore conoscenza degli strumenti finanziari per lo sviluppo delle cooperative, delle imprese sociali e del settore agroalimentare. Sono previsti gli interventi di Luciano Zainaghi, responsabile Area Nord di COoperfidi e di Massimo Gallesio, referente per il Piemonte. Previsti, tra gli altri, gli interventi di Domenico Sorasio, Direttore Confcooperative Piemonte e Davide Viglino, Direttore Fedagri. Quest'ultimo, in particolare, aggiornerà sullo stato di avanzamento del PSR 2014/20 con particolare riferimento alla misura "investimenti". Info 335 104 0115 o massimo.gallesio@cooperfidiitalia.it 

  • CALENDARIO ASSEMBLEE TERRITORIALI COOPERFIDI

    I soci delegati delle assemblee separate di "Cooperfidi Italia", Società cooperativa di garanzia collettiva dei fidi", sono convocati nei seguenti luoghi e date come da elenco pubblicato in calce:

Tutte le news

Territori

Scopri le nostre sedi territoriali e
tutte le agevolazioni in corso per la tua regione.
Tutti i dettagli
Centrali cooperative
In primo piano
SOSTENITORI