I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.
Per maggiori informazioni o negare il consenso, LEGGERE QUI.
Ok

PROGETTO ASSISTENZA

Cooperfidi Italia - AGCI – Banca Cambiano: Protocollo di Intesa per supportare PROGETTO ASSISTENZA

Stipulata di recente una vera e propria intesta commerciale tra Cooperfidi italia, Agci e Banca Cambiano 1884 spa per agevolare l'accesso al credito delle imprese associate a progetto assistenza franchising. Il protocollo d'intesa sancisce l’iniziativa a favore delle imprese associate che fanno capo alla rete di Agenzie di Assistenza alla Persona appartenenti al network #ProgettoAssistenza che si occupano di assistenza integrativa e sostitutiva della famiglia, nella cura delle persone anziane o non autosufficienti ed in particolare dell’organizzazione nella gestione di servizi socio assistenziali. Si tratta del primo Franchising di servizi alla persona ad avere un sistema di gestione qualità certificato di UNI EN ISO 9001: 2015. Il progetto ha origine dalla consapevolezza che le realtà italiane basate sull’aiuto alla persona vanno incontro a un mercato in continua espansione, e che gran parte del fabbisogno di capitali destinato a simili investimenti non viene coperto. Cooperfidi Italia comprende – con la sigla di questa partnership – l’importanza del care giver per l’economia futura e intende supportare le imprese che vogliono investire nel settore, che potranno beneficiare di una via preferenziale per l’accesso al credito.
La Banca Cambiano, insieme ad #Agci ,con il sostegno fondamentale di Cooperfidi Italia, ha stabilito di dar vita a un plafond dedicato, in modo da supportare questo settore chiave.
Crediamo fortemente nell’importanza dell’innovazione a supporto del miglioramento dei servizi alla persona attraverso cui si può infatti esaltare la vocazione assistenzialistica propria del movimento cooperativo. Proprio in questo rivolo si inserisce il Protocollo di Intesa che prevede un finanziamento – per le imprese non in difficoltà – e che ne facciano domanda con un contributo in proprio pari almeno al 25%.
Le esigenze possono essere sia quelle relative al circolante che per investimenti - per un massimo di 50 mila euro- la cui durata non dovrà superare i tre anni, con una garanzia massima del 50%.
Maggiori informazioni contattando i nostri uffici #CooperfidiItalia  presso le sedi locali.

 

 


Centrali cooperative
SOSTENITORI